San Leo (RN) - Maggio 2015

San Leo (RN) - Maggio 2015

sabato 8 marzo 2014

Girello … atteso da tempo

L'inverno, per quanto quest'anno non sia stato molto rigoroso, volge ormai alle ultime battute; il programma motociclistico, per questa fase di passaggio fra la stagione fredda e l'inizio della primavera, prevedeva un girello studiato da tempo e da fare assieme agli amici Paolo e Romualdo.

Stamane l'occasione propizia e, come di consento, dopo un veloce giro di telefonate durante la settimana, eccoci ben prima delle 9:00 al solito punto di ritrovo di San Piero in Bagno.


Romualdo, Paolo ed Oscar


Ho "Amelia" la mia Bmw R 1200 GS ADV bialbero; Romualdo sfoggia la nuovissima Bmw R 1200 GS ADV LC (gran bella moto); Paolo, che invece lo troviamo già ad aspettarci, ha il "superstite delle vendite recenti" ovvero "Torello", il GS 1200 in versione Rally.

La giornata sembrava indirizzata al sereno invece troviamo, ben prima del passo del Verghereto, una coltre nuvolosa che non minaccia pioggia ma che nasconde il sole e rende il clima più freddo del preventivato. Colpa mia aver preso i guanti da mezza stagione, per fortuna le manopole riscaldate fanno bene il loro lavoro.

Il primo passo è il Valico del Carnaio poi a seguire dopo essere ridiscesi a Santa Sofia saliamo (via Corniolo) per il Passo della Calla che, nei 4/5 Km. interposti alla sommità, presenta una spessa coltre nevosa a bordo della carreggiata; più alta e persistente nel versante toscano del passo. In cima addirittura un principio di foschia riduce di molto la visibilità, l'andatura si fa più accorta anche perché  il fondo bagnato presenta dello sporco abbondante.


Foschia alla Calla


Arrivati poco prima di Stia svoltiamo a destra in direzione del terzo passo: il Valico Croce  a Mori che, a differenza dei precedenti, presenta un fondo stradale asciutto e pulito; il cielo intanto si è rasserenato ed i raggi del sole riscaldano l'aria che, seppur sempre frizzantina, ora è più accogliente.

Scesi a Londa e Dicomano giriamo a sinistra; siamo infatti nel punto più nord del giro, quello della virata di ritorno.




Pomino ci conduce alla salita della Consuma con la sosta al Passo; aperitivo/caffè allo chalet della famosa schiacciata.




La bellissima ADV di Romualdo


Quattro chiacchiere mentre gustiamo una bevanda calda e dopo mezz'ora ripartiamo verso Bibbiena da dove attaccheremo l'ultima ascesa: il Passo dei Mandrioli via Badia Prataglia.
Anche in cima ai Mandrioli troviamo neve seppur in misura nettamente inferiore alla Calla ma è sopratutto il vento a farla da padrone con il cielo che nel frattempo si è di nuovo coperto.


Mandrioli in posa

Arriviamo a San Piero in Bagno, da dove eravamo partiti, per una sosta con le gambe sotto al tavolo: tagliata con speck e pistacchio ed un prelibato dolce accompagnano il ns. parlare di moto, di giri e programmi.

Già proprio un bel girello … atteso da tempo assieme agli amici.

Ovviamente da rifare in futuro.


… già da rifare in futuro ma non con Amelia; infatti oggi 14 marzo 2014, Amelia ha un nuovo condottiero, senza esserne stato consapevole del tutto questo è stato il ns. ultimo giro, Buona Strada Amelia.

2 commenti :

  1. Bella lì, ragassuoli.
    La LC di Romualdo sarà anche bella e nuova, ma delle tre, quella che preferisco è sempre quella di Paolo.
    :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Rally in effetti potrebbe diventare come la Basic … chissà vedremo fra una ventina di anni.
      Oscar

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.